La vita in mezzo

La vita in mezzo è una silloge sulla memoria, sul tentativo di dare un senso all’esistenza riportando in vita il passato, ma è anche il dubbio amletico del tornare indietro – rivivendo ciò che non può più essere vissuto – o dell’andare avanti rinsaldando il presente in una nuova prospettiva. È questo l’incrocio, è questa la vita in mezzo, tra il prima e il dopo, tra il passato e il futuro che in realtà non esistono se non come ascisse e ordinate emotive della nostra interiorità. “E siamo a un incrocio / tra il prima e il dopo, tra il mio sono /e il mio dovrò-essere”. In una versificazione metricamente strutturata ma altamente comunicativa e piena di metafore, di climax ascendenti e discendenti, densa di riferimenti letterari di notevole spessore, il poeta ci conduce nel sentimento struggente di un’“umanità che si nasconde / nel bacio del crepuscolo”.

(dalla prefazione di Vincenza Fava)

L’autore:

Andrea Cirilli, jesino, formazione da economista, da alcuni anni vive a Roma. Esperienze di studio e lavoro lo hanno portato per qualche tempo ad Ancona, Glasgow e Francoforte sul Meno. La vita in mezzo, raccolta di poesie della giovinezza, è il suo primo esperimento letterario.

Titolo: La vita in mezzo

Sottotitolo: versi di vita sparsi (1995-2011)

Autore: Andrea Cirilli

Collana: Nuvole

ISBN: 978-88-9343-113-2

Prezzo di copertina: Euro 12,00

Pagine: 156

ACQUISTA

La casa editrice resterà chiusa per le vacanze estive dal 5 al 27 agosto compresi. Tutti gli ordini pervenuti in questo periodo saranno evasi a partire dal 28 agosto. Buone vacanze! Rimuovi