Piccole cose paurose

Piccole cose paurose di Ivano Mingotti è un romanzo sui generis, forte, sperimentale, arguto. Il protagonista è un ragazzino di undici anni: durante il processo ai suoi genitori accusati di omicidio, viene chiamato a testimoniare davanti al giudice. Con una scrittura avvincente e incalzante, adattata a un linguaggio infantile, l’autore affronta tematiche contemporanee attraverso gli occhi di un bambino, dalla povertà allo sfruttamento sul lavoro, dalla prepotenza gratuita a una violenza ancora più subdola, sotterranea, su uno sfondo surreale, ipnotico, in cui il male sociale affiora in vesti demoniache. Da una tragedia annunciata, prendono forma gli implacabili incubi del teste, immerso negli abissi spietati della propria psiche.

L’autore:

Ivano Mingotti è nato nel 1988 a Desio. È autore, traduttore e curatore di una collana editoriale. È il fondatore dell’associazione culturale “LiberoLibro”. Ha pubblicato undici romanzi, tra cui Sotto un sole nero (Ded’A, 2011), Celeste 1872 (Alter Ego, 2015) e per Nulla Die Minoica (2015), Belve (2016) e Nimal Kingdom (2017).

Titolo: Piccole cose paurose

Autore: Ivano Mingotti

Collana: Ombre

ISBN: 978-88-9343-231-3

Prezzo di copertina: Euro 13,00

Pagine: 138

ACQUISTA