Tutto quello che c’è voluto

14,00

Titolo: Tutto quello che c’è voluto

Sottotitolo: Storia di pance, semi e polvere di stelle

Autore: Giuseppina La Delfa

Collana: Frecce

ISBN: 978-88-9343-247-4

Prezzo di copertina: Euro 14,00

Pagine: 160

Categoria:

Dopo aver rinunciato per diciott’anni ad avere figli, Giuseppina e Raphaelle, pioniere in Italia dell’omogenitorialità, decidono finalmente di fare tutto il necessario per diventare madri. La coppia, dopo varie peripezie e strani incontri, conoscerà altre donne con cui condividere paure e desideri e affrontare insieme il viaggio verso la maternità.
Tutto quello che c’è voluto – Storia di pance, semi e polvere di stelle è un’avventura intima e pubblica, fa riflettere sui legami di sangue, sulla responsabilità, la sterilità e la visibilità necessaria per esistere come famiglia. Le due donne faranno anche i conti col corpo che muta e soffre, col dolore dell’attesa e del parto, con la speranza che non muore mai, fino al raggiungimento del meraviglioso traguardo.

L’autrice:

Giuseppina La Delfa è italo-francese ed è nata nel nord della Francia nel 1963. Laureata in Lingua e Letteratura italiana, nel 1990 si è trasferita in Italia e da allora insegna lingua francese all’Università di Salerno. Ha fondato l’Associazione “Famiglie Arcobaleno”. Dal 2016, è membro del direttivo di nelfa, il network delle associazioni europee di genitori LGBTQI*.
In quanto attivista, è stata intervistata dalle maggiori testate giornalistiche e ha partecipato a diverse trasmissioni televisive e radiofoniche nazionali come Annozero e Pomeriggio Cinque. Ha scritto articoli e prefazioni di testi accademici sull’omogenitorialità ed è blogger per l’Huffington Post. Ha pubblicato Peccato che non avremo mai figli (Aut Aut Edizioni, 2017), il primo volume delle sue memorie.

Rassegna Stampa:
MangiaLibri (3 giugno 2020)
Gaynews.it (articolo di Claudio Finelli – 14 gennaio 2020)
LettoRilettoRecensito (26 dicembre 2019)
ZonaDiDisagio (15 ottobre 2019)
Gliamantideilibri.it (3 ottobre 2019)
Corriere.it (22 giugno 2019)
La Repubblica (3 giugno 2019)
HuffPost (31 maggio 2019)
Rai Alto Adige (25 maggio 2019)